Calcio Modena
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Modena, Diaw: “Sulla salvezza c’è il timbro di tutti. Ora sogniamo i playoff”

L’attaccante canarino ha fatto un bilancio della stagione e della sua carriera in conferenza stampa

SULLA SALVEZZA RAGGIUNTA CON IL SUO GOL: Ci siamo sentiti nel gruppo perché eravamo ognuno nella propria città, poi non c’è stato tempo di festeggiare perché ci siamo concentrati subito sulla partita di Benevento. Sicuramente ora uno dei miei obiettivi è la doppia cifra. Il mio “timbro” per la salvezza? Non è così, c’è il timbro di tutti, di quelli dietro le quinte, in tutto il campionato. Non è l’ultimo gol a fare la differenza. Senza tutto quello che è stato fatto prima, da tutti, non sarebbe arrivata la salvezza. Adesso che abbiamo raggiunto l’obiettivo dobbiamo cercare di fare il massimo per provare a raggiunge i play off, come ha detto il presidente si apre un sogno. L’obiettivo primario era la salvezza, adesso non dipende solo da noi perché ci sono in mezzo tante squadre, ma noi proveremo a fare bottino massimo.

SULLA STAGIONE: Sono uno che difficilmente è contento di quello che fa, vorrei sempre fare meglio. Guardando però oggettivamente la stagione direi che sia stata buona a livello personale. Penso di aver fatto un buon campionato, peccato perché ho saltato qualche partita di troppo, tra infortuni e squalifiche, ma sono abbastanza soddisfatto. Paura di non farcela non ne abbiamo mai avuta, non deve esserci mai, però dei momenti in cui ci siamo preoccupati di più sì, perché abbiamo visto quanto è equilibrato questo campionato che ancora oggi è aperto. Poche squadre hanno raggiungo già dei verdetti, solo le due promosse, perciò è un campionato molto incerto e giocato sulle tensioni. Bastava perderne una per trovarsi sotto e viceversa, quindi siamo stati bravi a fare quadrato nello spogliatoio con lo staff senza stare a pensare alle partite che sarebbero venute, ci siamo sempre concentrati partita per partita e questo ha pagato.

SULL’ESPERIENZA A MODENA: L’obiettivo all’inizio è di fare sempre bene, qua sto benissimo, sia nello spogliatoio, nella società, in città, la mia famiglia è contenta quindi il dispiacere di andare via c’è, ma fa parte del nostro lavoro. Cerco di godermi al massimo quello che riesco a prendere poi vedremo.

SUL RAZZISMO: Sarebbe ora di smettere di dover parlare di razzismo, siamo nel 2023 ed è imbarazzante che vengano presi di mira dei giocatori per etnia o colore della pelle, è ridicolo.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ecco il dato parziale relativo alla prevendita per il match in programma sabato...
Sabato andrà in scena un ritrovo al quale potrà partecipare anche il pubblico...
La scelta dell'arbitro non è passata inosservata in casa Ascoli...

Dal Network

Il tecnico giallorosso: "I ragazzi sono stati eccezionali nell'interpretare la gara nel modo giusto. Faccio...
Il tecnico giallorosso in conferenza stampa: "Incontreremo una squadra organizzata, servirà una grande prestazione"...

Altre notizie

Calcio Modena